Recensione Film: Le nostre anime di notte.

Le nostre anime di Notte.

Con: Jane Fonda, Robert Redford

Galeotto Netflix, che mi fa innamorare troppo facilmente. A seguito della mia nuova dipendenza da Grace e Frankie (la serie tv originale Netflix con protagonista proprio la Fonda e Lily Tomlin), non potevo non vedere questo adattamento cinematografico del romanzo di Kent Harouf.

Addie è vedova. Quello che non riesce a sopportare sono le notti e la loro solitudine. Chiede allora “aiuto” a Louis, il suo vicino di casa, vedovo come lei.

Gli propone, banalmente, di dormire insieme. Passare insieme la notte per avere qualcuno al proprio fianco e addormentarsi sereni.

L’esperimento funziona, notte dopo notte i cuori dei due protagonisti si aprono l’un l’altro, facendo intravedere pezzi del proprio passato che avrebbero voluto invece nascondere.

I temi principali di questo film sono la solitudine, la capacità di rimettere tutto in gioco e l’incomunicabilità familiare (quella tra i protagonisti e i loro figli, per esempio), tutti gestiti magistralmente senza essere banalizzati o stereotipati.

Altamente consigliato, anche solo per rivedere Jane Fonda e Robert Redford insieme a distanza di cinquant’anni (cinquanta!) da A piedi nudi nel parco.

Stelline: 5/5

Autore: Katy

Tutto è una storia. Cos'altro esiste, a parte le storie? Le storie sono l'unica verità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...