smith&wessonSmith&Wesson, Alessandro Baricco

Edito: Feltrinelli.

Prendete una domenica di luglio, assolata, in centro Italia. Il sabato precedente trascorso a celebrare le nozze di due cari amici. Viterbo, il caldo, un bed and breakfast in un palazzo storico, con il caminetto. Un venditore di libri, sotto un porticato, con cui parlare di Zafon.

È così che sono venuta in possesso di questa mia copia di Smith&Wesson, che mi ha accompagnata da Viterbo a Orvieto, quest’estate.

La storia, tutta in narrazione teatrale, è quella di una ragazza, di due tipi spostati e di una folle decisione: buttarsi dalle cascate del Niagara dentro una botte.

I nostri protagonisti sono tutti in fuga, da una vita mediocre, da un padre leggendario che non riescono a eguagliare, e perfino dalla legge (in qualche caso).

È la pazzia, quella buona, creatrice, tipica degli animi irrequieti, che accompagna meravigliosamente questo libro, in ogni sua scena (sì, non possiamo parlare di capitoli, ma di atti).

La scrittura è perfetta. Amplificata forse dai miei ricordi delle cascate, la prima tappa del coast to coast negli Stati Uniti. E accresciuta dalla condivisione dei sentimenti di Rachel.

Anche io sono qui perché se mi arrendo oggi mi arrenderò tutta la vita. Allora mi tuffo anche io.

Stelline: 5/5

Autore: Katy

Tutto è una storia. Cos'altro esiste, a parte le storie? Le storie sono l'unica verità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...